Regolamento REACH 1907/2006. Cos’è?

Regolamento REACH 1907/2006. Cos’è?

Regolamento Reach – cos’è il Regolamento 1907/2006 “REACH”? La finalità perseguita dalla UE con il Regolamento 1907/2006 è quella di garantire una protezione adeguata alla salute umana e all’ambiente, senza sacrificare, ma anzi incentivando la competitività e l’innovazione nel settore dell’industria chimica. Il Regolamento riordina le normative europee precedenti in materia di sostanze chimiche e  delinea un sistema integrato, il sistema REACH, di registrazione, di valutazione, di autorizzazione e di restrizione delle sostanze chimiche. La gestione di tale sistema integrato è affidata all’Agenzia europea per le sostanze chimiche-ECHAA- che vigila a che i fabbricanti e gli importatori di sostanze chimiche effettuino la valutazione dei rischi cui espone l’ utilizzo delle stesse e adottino le misure necessarie per eliminare o ridurre i rischi  individuati. Secondo il Regolamento 1907/2006 tenuta a provare la sicurezza delle sostanze chimiche fabbricate o commercializzate è sempre l’impresa. Il campo di applicazione del Regolamento REACH: a quali sostanze NON si applica Il Regolamento 1907/2006 – REACH (Registration, Evaluation, Authorisation and Restriction of Chemicals) è entrato in vigore il 1 giugno 2007 e ha ad oggetto il sistema integrato di registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche. Esso è integrato dal   regolamento (CE) n. 1272/2008 relativo alla classificazione, etichettatura e imballaggio delle sostanze e delle miscele. Non rientrano nel suo campo di applicazione: 1. le sostanze radioattive (oggetto della direttiva 96/29/Euratom) 2. le sostanze sottoposte a controllo doganale che sono in deposito temporaneo, in zone franche o in depositi franchi per la riesportazione o ancora in transito 3. le sostanze intermedie non isolate 4. il trasporto di sostanze pericolose 5. i rifiuti (di cui alla direttiva 2006/12/CE) Le sostanze intermedie di cui al punto 3 sono quelle che sono destinate ad essere trasformate mediante un processo chimico in un’altra sostanza. Si dice non isolata la sostanza intermedia che