Bonifico Telegrafico

Bonifico Telegrafico

Bonifico Telegrafico

Bonifico Telegrafico: di che cosa si tratta ed è un medoto sicuro per il pagamento merci dalla Cina?

Il bonifico telegrafico è un bonifico internazionale via SWIFT (in inglese T/T significa Telegrhic Tranfer) ed è accettato da tutti i produttori. Di per sé, il bonifico telegrafico è un metodo di pagamento poco costoso (ma attenzione: il venditore, quamdo invii un bonifico telegrafico, si aspetta che gli venga acrreditato l’importo fatturato al netto di TUTTE le spese bancarie, sue, tue e quelle di una eventuale banca intermediaria che la tua banca avrà scelto), ma che non offre particolari garanzie per il compratore, ad eccezione della prova dell’avvenuto pagamento.

Se si opta per il bonifico telegrafico, o comunque il venditore non accetta altre forme di pagamento, occorre pattuire lo scaglionamento dei pagamenti in modo da garantirsi il più possibile che l’azienda cinese rispetti gli accordi e spedisca la merce nei tempi e con le qualità/specifiche concordate.

La richiesta che normalmente vi sentirete fare dall’azienda cinese riguardo alla tempistica è: pagamento di un acconto del 30% prima dell’inizio della produzione e saldo del restante 70% al momento del completamento della produzione e prima della spedizione.

Sappiate che l’ammontare dell’acconto è in realtà negoziabile in rapporto all’importanza dell’ordine che state effettuando e comunque il 30% del prezzo totale è davvero il massimo ragionevolmente pagabile in anticipo.

Una precauzione ovvia, anche se inspiegabilmente spesso omessa dagli importatori, quantomeno i piccoli, è poi non pagare neppure l’acconto prima di avere ricevuto la copia firmata e timbrata del contratto di vendita e la fattura proforma.

Per quanto riguarda il saldo, il fornitore esigerà di pagarlo prima della spedizione della merce, il che per lui è una precauzione comprensibile. Ora, se è vero che il bonifico telegrafico non vi cautela per quanto riguarda l’acconto iniziale, è anche vero che poiché le aziende cinesi lavorano ancora con margini di profitto esigui, e quindi il non effettuare il saldo immediatamente vi dà sufficiente potere negoziale per ottenere che, il fornitore, ad esempio, rifaccia o ripari gli articoli eventualmente difettosi o non conformi.

E’importante perciò evitare di pagarlo prima di aver effettuato in Cina tutti i controlli di qualità stabiliti e/o ricevuto i risultati dei test di prodotto (ad esempio REACH, RoHS ecc).

Altra precauzione indispensabile quando si ordina il bonifico telegrafico è verificare (telefonicamente o su altri documenti che vi sono stati inviati) se le coordinate bancarie che appaiono sulla fattura proforma corrispondano realmente a quelle del fornitore.

E’ abbastanza diffusa, infatti, una truffa (a volte ad opera di dipendenti infedeli, altre di hacker esterni, raramente dello stesso fornitore) che consiste nell’inserire nella fattura proforma coordinate bancarie che non corrispondono a quelle del conto dell’azienda fornitrice.

Ovviamente, visto che questa non ha mai ricevuto il denaro, rifiuterà di spedirvi la merce, mentre il recupero di quanto pagato sarà quasi impossibile, anche perché le parti –venditore e compratore – impiegano spesso del tempo a capire che cosa è successo e a fare quanto è possibile per fermare il pagamento da parte della banca.

Bonifico Telegrafico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *